fbpx

Corso di educazione alimentare: mangiare intelligente

Siete in cerca di un corso di educazione alimentare che vi aiuti a nutrirvi bene senza affogare nella complessità e nella sovrabbondanza di informazioni, spesso contradditorie? Il corso di Consulente Olistico in Educazione Alimentare Naturale e Nutrizione Energetica della Scuola Nazionale di Naturopatia (sedi Conegliano e Mestre) è quello che fa per voi!

Nella diffidenza verso i tecnici dell’industria agro-alimentare e ricerca di prodotti di qualità a Km.0, qualche dritta per riempire intelligentemente il vostro piatto.

Da una parte l’industria alimentare che promuove cibi troppo grassi, troppo dolci o troppo salati a colpi di pubblicità allettante e insistente. Dall’altra la grande distribuzione che pratica la guerra dei prezzi a discapito della qualità e poi le autorità pubbliche che insistono nel nutrirsi di frutta e verdure fresche.

Come ciliegina sulla torta si aggiungono inoltre indagini di mercato sui prodotti: tantissime di informazioni che rende molto difficile sapere cosa va mangiato e come.

Le innovazioni in campo dell’educazione alimentare

Ora le applicazioni scoprono la qualità dei prodotti. Questo è un esempio di innovazioni che possono completare un le conoscenze acquisite con un corso di educazione alimentare.

La nuova generazione di frigoriferi “intelligenti” consente di stabilire, a distanza, una lista delle merci conservate in frigo, nonché la loro data di scadenza, per suggerire ricette che possono essere fatte con gli ingredienti presenti e gestire la lista della spesa.

Questi e altri strumenti contribuiscono a vedere un primo percorso attraverso il labirinto di etichette. Qui infatti si possono trovare fino a 320 additivi alimentari consentiti e livelli spesso troppo alti di sale, zucchero e grassi. La commissione parlamentare d’inchiesta sugli alimenti industriali ha messo in guardia sull’argomento. Tra le sue proposte, chiede infatti che il numero di additivi sia limitato a 48 entro il 2025. Ciò corrisponde a quelli autorizzati oggi nella bio. È anche preoccupata per l’effetto cocktail di questi additivi. Nessuno conosce con precisione i rischi che questo presenta per la nostra salute.

Come mangiare in modo intelligente?

Per molti nutrizionisti, non sarebbe necessario avere migliaia di cose in mente per mangiare in modo intelligente e sano. Ma come tracciare gli zuccheri aggiunti, il troppo sale (a volte nascosto sotto il termine di sodio), l’olio di palma (molto ricco di acidi grassi saturi), conservanti, dolcificanti o esaltatori di sapidità probabilmente cancerogeni? Un corso di educazione alimentare è fondamentale per conoscere come nutrirsi in modo sano e intelligente.

I consumatori che fanno della vicinanza del luogo di produzione e della retribuzione dei produttori dei criteri di priorità adottano nuovi comportamenti concentrandosi sui circuiti brevi (il cosidetto Km.0).

Le associazioni per il mantenimento di un’agricoltura contadina, in particolare, incontrano un vero successo.

Ecco nascere il mercato degli agricoltori, il banco con la verdura di stagione appena raccolta, negozi di prodotti tipici,

Le motivazioni dei consumatori a Km,0 sono diverse: tra il desiderio di trovare veri sapori, di prendersi cura della propria salute, proteggere il pianeta o sostenere l’economia regionale.
Poi c’è chi coltiva frutta e verdura sui tetti o nei garage, e funghi nei parcheggi, per alimentare l’urbano con un nuovo modo aromatico……..

Anche la bio, già ben radicata nel paesaggio, sta guadagnando terreno.

 

Volete avere più informazioni sul corso di Consulente Olistico in Educazione Alimentare e Nutrizione Naturale? Scriveteci oppure chiamate direttamente i numeri (+39) 041 962820 per la sede di Mestre (VE) o (+39) 0438 336730 per la sede di Conegliano (TV).

Scrivo alla sede di: ConeglianoMestre

LunedìMartedìMercoledìGiovedìVenerdìSabatoDomenica
8h-10h10h-12h14h-16h16h-18h18h-20h

ATTENZIONE: spuntare la casella per inviare la richiesta

Newsletter sino