LAVORO AUTONOMO

PROCEDURA PER PRATICARE LA LIBERA PROFESSIONE NEL SETTORE OLISTICO E DELLE DISCIPLINE BIO – NATURALI

Legge 4/2013

CODICE ATTIVITÀ PER APRIRE PARTITA IVA CODIFICA ATECO 2008

96.09.09 altre attività di servizi per la persona nca (non censiti altrove)

Tipologia di attività:

o 75 attività di massaggi

o 76 attività di riflessologia

o 77 attività di pranoterapia (pranopratica)

o 78 attività di naturopatia

o 79 altri trattamenti di benessere fisico

Iscrizione INPS

Gli operatori olistici (Naturopati, Estetologi, Riflessologi, Analogisti, Shiatsuka, etc) esercenti attività di libera professione (Ex.Legge 14.1.2013 n.4) debbono iscriversi alla Gestione Separata INPS come lavoratori autonomi o Codice attività 21 operatore nel settore dell’igiene e della salute, pranoterapia o Codice attività 26 attività diversa: operatore per il benessere fisico.

Iscrizione INAIL

titolare non è tenuto all’iscrizione

Iscrizione registro imprese

Gli operatori del benessere sono lavoratori autonomi e non aziende, quindi NON è richiesta l’iscrizione alla C.C.I.A.A.

Requisiti Professionali

  1. abbiano regolamente frequentato un corso presso scuole o istituti debitamente documentata
  2. essere iscritto nell’apposito elenco professionale del SINAPE-FeLSA-CISL

PROFESSIONI NON REGOLAMENTATE IN ORDINI O COLLEGI

Pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale la Legge 14.1.2013 n.4 che intende regolamentare tutte quelle professioni non organizzate in ordini e collegi, ovvero tutte quelle attività di carattere economico, esercitate abitualmente e prevalentemente mediante lavoro intellettuale, o comunque con il concorso di questo.

Si tratta sostanzialmente di attività che esistono, alcune da molto tempo, altroi più recenti, e che “sul campo” hanno trovato una loro clientela, come gli Operatori Olistici e Shiatsu, i Counselor, i Naturopati, gli Estetologi, gli Osteopati, i Sociologi ecc.

La nuova norma permette la costituzione di liberare associzioni tra professionisti delimitando compiti e funzioni.

Alla legge seguiranno sicuramente una serie di provvedimenti attuativi che forniranno maggiori e precisi dettagli sull’apllicazione delle nuove norme, compreso l’obbligo da parte di una serie di soggetti pubblici di adeguare i propri regolamenti (Regioni, Comuni, ASL, ecc.)

È UTILE QUI RICORDARE UNA PRIMA NORMA CHE VÀ DA SUBITO APPLICATA

Ai sensi dell’art. 1, comma 3, Legge 14.1.2013 n.4, dal 10/02/2013:

Chiunque svolga una delle professioni di cui al comma 2 contraddistingue la sua attività, in ogni documento e rapporto scritto con il cliente, con l’espresso riferimento, quanto alla disciplina applicabile, agli estremi dalla presente legge“.

Per i Professionisti scatta quindi l’obbligo di citare in ogni documento e rapporto scritto con il cliente gli estremi della suddetta Legge.

Il testo utilizzato dal Legislatore è abbastanza chiaro, sollevando però dubbi sul fatto che sia necessario specificare anche “quale attività” viene svolta (esempio: “Naturopata – Estetologo – Operatore Shiatsu – Ect.”). In assenza di un chiarimento ufficiale, sull’esatta dicitura da riporatre sui documenti, ci si può limitare ad indicare solo gli estremi della Legge.

Esempio:

Libera professione ai sensi della Legge 14.1.2013 n.4

oppure

Professione ai sensi della Legge 14.1.2013 n.4

o nella forma più sintetica (anche per ragioni di spazio)

Libera professione Legge 14/2013

oppure semplicimente

Professione Legge 4/2013